UNI.VO.C.A. - i suoi primi trent'anni - Le Associazioni Culturali si interrogano sul futuro del volontariato culturale dopo la pandemia.

Il prossimo 10 ottobre, UNI.VO.C.A. odv - Unione Volontari Culturali Associati con sede a Torino, presso VOL.TO - via Giolitti, 21, ricorda i suoi primi 30 anni dalla constituzione.
Per tale circostanza, a chiusura della Settimana della Cultura di UNI.VO.C.A., giunta ormai alla sua sesta edizione con la partecipazione di una ventina di associazioni ed eventi culturali vari in Torino e Piemonte, ha organizzato una "tavola rotonda" dal titolo: "Le Associazioni Culturali si interrogano sul futuro del volontariato culturale dopo la pandemia" e sarà così strutturato:

Moderatore: Paolo Berruti, socio fondatore e presidente emerito di UNIVOCA.odv

- "La storia di UNIVOCA (fondazione, scopi e finalità)" - (relatore Fabrizio Antonielli d'Oulx, socio fondatore e vicepresidente UNI.VO.C.A. odv);

- "Le attività tra volontariato e territorio prima della pandemia e la reazione al lockdown" - (relatore Feliciano Della Mora, presidente UNI.VO.C.A. odv).

- Proiezione di un video di testimonial: gente comune; rappresentante di VOL.TO; rappresentante degli Enti Osservatorio; rappresentante della Fondazione Torino Musei, rappresentante del Centro Studi Piemontesi; rappresentante della Fondazione Agnelli, altri.

TEMATICHE DELLA TAVOLA ROTONDA: con la partecipazione di volontari, politici, giornalisti, storici e cittadini
- come impostare programmi e attività?
- come è cambiato il rapporto con il territorio ?
- come è cambiato il volontariato culturale?

 - Intervento finale di sintesi a cura di Paolo Berruti, con lo scopo di guardare oltre la pandemia e rimettere in moto il volontariato culturale in una società che evidenzierà forti modificazioni.

UNI.VO.C.A - Realizzato da Mediares S.c. - www.mediares.to.it