Associazioni Univoca indietro
Associazione ROERO LANGHEMARE aps

SAN BENEDETTO BELBO (Cn), loc. Prandi, 1 - E-MAIL: roerolanghemare@gmail.com
Presidente: Allocco Davide
Referente: Sibona Luca - tel. 3397627691

Le nostre attività
L'Associazione Roero Langhemare APS, nasce nel novembre 2018 unendo esperienze di carattere educativo, naturalistico e socioculturale, frutto del patrimonio dei propri soci. Il nome stesso, inoltre, vuole descrivere la forte connotazione territoriale facendo propria la convinzione che non vi sia azione efficace e spontanea senza una definita radicazione a un luogo e a una comunità a cui ispirarsi e verso cui esercitare in concreto la propria opera.
La sede è infatti sita nel comune di San Benedetto Belbo, piccolo abitato dell'Alta Langa: discreto ma ricco di storia, natura e cultura sia popolare che letteraria. Da qui, percorrendo alcuni sentieri, non è difficile in giornate favorevoli poter osservare il Mar Ligure, le Alpi innevate e il Roero screziato in un unico sguardo.
Per tale ragione, sempre nella nostra denominazione, abbiamo desiderato evidenziare anche la giusta e inevitabile proiezione del proprio sentire verso ciò che è anche prossimo al nostro orizzonte.
In particolare la nostra associazione, iscritta al Registro delle Associazioni di promozione sociale della Regione Piemonte intende operare, in ambito educativo, naturalistico, di tutela ambientale e turistico. Una tra le principali prerogative dell’Ente è quella scegliere di lavorare nei territori di confine, marginali rispetto alle attuali economie e viabilità, ma testimoni di un passato di cui occorre mantenere viva la memoria, attraverso ricerca, documentazione e frequentazione dell’”Anima dei luoghi” (Hillman). Sono ambienti rari e preziosi, ricchi di biodiversità e di tracce remote. Alcuni dei soci presenti sono educatori e accompagnatori naturalistici – guide escursionistiche ambientali: essi intendono operare, secondo i principi dell’outdoor education tra Roero (ambito di riferimento e sperimentazione di esperienza pluriennale per alcuni di questi), Langhe, in modo particolare l’Alta Langa, sino al savonese di ponente, con Finale Ligure come riferimento principale. Le “attenzioni” segnalate nelle righe precedenti, non significheranno aprioristicamente chiusura verso i nuovi modi di comunicare e le nuove tecnologie. Anzi, in alcuni casi queste ultime diventeranno protagoniste all’interno delle attività e parte integrante dell’intervento educativo, promuovendone un loro utilizzo attento e critico.
“Roero Langhemare” intende operare con le cittadinanze e le espressioni della società civile dei territori in questione, con una costante attenzione nei confronti dei soggetti che hanno scelto di non abbandonare questi “Luoghi della memoria” e coloro che fanno più fatica a percorrere il proprio cammino di crescita o ne hanno raggiunto una tappa delicata.
Alla data odierna l’Associazione conta 34 soci (di cui uno minorenne); tra questi 10 soci volontari, di provenienza territoriale eterogenea: dalla pianura del torinese al Roero, dalla Langa al mare.

La nostra storia…..
Nell’inverno 2018-2019 il Consiglio Direttivo si è prodigato nell’avviare e gestire tutte le cosiddette “incombenze burocratiche”, riunendosi tra Ceresole d’Alba e San Benedetto Belbo, in alcuni casi incontrandosi in forma telematica (videoconferenza tramite messanger). Ad alcuni degli incontri, denominati “Consiglio Direttivo allargato”, hanno partecipato più soci.
Il Consiglio Direttivo ha deciso di non procedere al tesseramento per l’anno 2018, in quanto al termine, per poi promuovere la campagna 2019 tra conoscenti e amici, con quota sociale annuale di €20, ridotta a 10€ per i soci minorenni (recentemente è stata approvata anche una quota semestrale di €10). Non potendo fare fronte come ente alle spese iniziali, queste sono state coperte con un prestito da parte di tre soci, di cui due volontari.
Di seguito si segnalano le principali attività svolte.
In data 16 dicembre 2018 abbiamo condotto un'escursione naturalistica nel comune di Castino, nella frazione di San Bovo, luogo evocativo per natura e storia moderna in cerca di ciò che identifica in maniera inequivocabile l'Alta Langa. La camminata ha coinvolto nell’organizzazione un socio ordinario, accompagnatore naturalistico, che gratuitamente ha guidato il gruppo, composto da 8 soci.
Il 25 gennaio 2019 abbiamo proposto un'ulteriore camminata ad anello tra il comune di San Benedetto Belbo e Mombarcaro, il “tetto” delle Langhe attraverso borgate ancora vive e suggestive, ancora gestita gratuitamente dal socio accompagnatore e rivolta a 6 soci. Entrambe le escursioni citate non hanno previsto esborsi da parte dei soci.
Sempre nel territorio dell’Alta Langa, da parte di due soci, non manca l'impegno di ricerca, esplorazione e mappatura sia di tipo ambientale che di carattere maggiormente sentieristico per futuri progetti e sviluppo.
Sono quindi seguite attività naturalistiche nelle valli del cuneese sia in veste invernale che primaverile, non privilegiando pertanto la loro bellezza esclusivamente nelle stagioni considerate più favorevoli.
Infatti, il 24 di febbraio, l'utilizzo delle racchette da neve - per molti un'esperienza nuova - ha permesso di conoscere alcune borgate della Valle Maira nel comune di Acceglio che rimangono accessibili solamente in forma pedonale e con mezzi adatti al tipo di terreno. L’attività ha permesso di incrementare la base sociale di tesserati e ha previsto una quota di partecipazione (ad esclusione dei soci organizzatori e accompagnatori), anche dovuta al noleggio dell’attrezzatura. All’escursione hanno partecipato 13 soci.
Il 20 aprile, invece, le grotte di Aisone sono state una meta indispensabile per tracciare sin dalle origini la storia degli abitanti del nostro territorio, per apprezzare l'evoluzione armonica dei ripari sottoroccia in tetti vegetali - semplici e funzionali. La geologia e la mineralogia locale, inoltre, hanno fornito lo spunto per analizzare in maniera alternativa la vita e il lavoro nella protostoria locale. All’escursione, a carattere gratuito, hanno partecipato 5 soci.
Il 12 maggio - protagonista ancora la Valle Maira - abbiamo percorso un anello panoramico e aereo nel comune di Stroppo per osservare l'architettura alpina, soprattutto religiosa, raffinata e assolutamente concreta. Compagna di ogni sguardo è stata infatti la nota e meravigliosa chiesa medievale di San Pietro. L’escursione, a carattere gratuito, ha coinvolto 6 soci.
In previsione molte attività nelle valli cuneesi per conoscere la fauna, la flora e le geomorfologia in quota, ma anche per vivere opportunità di crescita personale e adattamento attraverso notti in bivacco e percorsi più impegnativi ma indispensabili per apprezzare la vastità e ricchezza delle Alpi Marittime e Cozie Meridionali.
A partire dal mese di febbraio 2019 l'Associazione Roero Langhemare è intervenuta nella gestione, su mandato della cooperativa sociale RO&RO, delle attività educative e sociali del centro Strike up a Ceresole d'Alba. Il Centro si rivolge a preadolescenti e adolescenti con esperienze all'aperto per concedere di conoscere meglio quel territorio che quotidianamente si attraversa e a cui a volte si è estranei nelle sue connessioni e identità più intime. Tra le attività proposte alcuni incontri con gli ospiti della comunità di accoglienza per profughi "Cascina Belvedere", all'interno del progetto "Indovina chi viene a cena", che ha inoltre gestito per la cittadinanza alcuni momenti di aggregazione denominati "Aperitivi multietnici" (n°3 eventi tra maggio e luglio). Le attività hanno coinvolto 6 soci, di cui 4 volontari.
Nel mese di giugno, 27 ragazzi e adolescenti del Centro Strike up di Ceresole d’Alba sono stati coinvolti nell’esperienza denominata "Trek connection" che ha previsto tre giornate residenziali su due turni a Finale Ligure con proposte legate alla scoperta degli elementi naturali in relazione ai sensi. L’attività ha coinvolto 5 soci, di cui 3 volontari.
Per affinare meglio l'identità sia associativa che territoriale abbiamo sconfinato da un punto amministrativo, ma non storico identitario, verso i luoghi del finalese ligure. Si sono pertanto realizzate sei differenti escursioni tra marzo e giugno, che hanno coinvolto 12 soci, basate sulla maggiore consapevolezza di ciò che i secoli hanno compiuto nel legare gli ambienti. Abbiamo visitato e percorso gli insediamenti nonchè i cammini che hanno spinto le popolazioni liguri a lasciarsi alle spalle il mare, per insediarsi nel Piemonte meridionale; manifestazioni più evidenti appartengono sia alla protostoria, sia a momenti più recenti, quali i rapporti culturali e commerciali, sviluppatisi attraverso le cosiddette antiche "Vie del sale". A questo riguardo, dopo una serie di sopralluoghi avvenuti al confine tra Piemonte e Liguria (Montezemolo, Castelnuovo di Ceva, Murialdo, Bormida), si intende proporre per il mese di settembre un itinerario a piedi a partire da Castino sino al mare denominato "Trekking Langhemare".
Un'ulteriore attività promossa nel mese di maggio 2019 ha visto la collaborazione con l'Istituto Comprensivo di Canale. Le tre classi quinte elementari sono state accompagnate in gita scolastica a Finale Ligure. Particolare attenzione è stata data al percorso di avvicinamento alla costa (colline del Roero, fondovalle Tanaro, Alta Langa, Alpi Liguri, geologia e paleontologia del Finale). La gita d’istruzione è stata anticipata da tre incontri in classe a Canale per illustrare la storia e la geomorfologia del territorio che si sarebbe attraversato in autobus. L'iniziativa è stata una sorta di sperimentazione, particolarmente apprezzata, che ci si augura possa ripetersi costantemente in futuro con il coinvolgimento di nuove e numerose realtà scolastiche locali. Le attività hanno impegnato 7 soci, di cui 4 soci volontari.
Partecipiamo inoltre a eventi organizzati dagli enti locali per promuovere non solamente le attività dell'associazione, ma anche il territorio stesso, attraverso piccole postazioni in cui allestiamo materiale didattico, naturalistico ed editoriale specifico, di realtà anch'esse radicate nei nostri stessi luoghi (ad esempio manifestazione annuale a San Benedetto Belbo, comune che ospita la nostra sede legale, e l'evento "Terre rosse" a Ceresole d'Alba). L’attività promozionale ha impegnato 6 soci, di cui 4 volontari.
Durante l’anno 2019 abbiamo creato una pagina facebook dove inserire gli eventi promossi dall’associazione, le foto degli stessi e alcuni articoli propedeutici.
Nel mese di settembre 5 soci, guidati da Luca Sibona hanno partecipato al Trekking Langhemare. Partendo da San Benedetto Belbo hanno attraversato l’alta langa e le alpi liguri sino ad arrivare a Finale Ligure. L’obiettivo era di sperimentare una camminata a tappe portando particolarmente attenzione ai propri sensi e, tramite di essi, cercare di stabilire una connessione con gli elementi naturali. E’ stata anche data molta importanza alla conoscenza delle piccole realtà rurali presenti sul percorso. Le comunità incontrate si sono rivelate molto disponibili e in alcuni casi hanno rinnovato l’invito a tornare in occasione di eventi particolari (come ad esempio Murialdo).
Infatti, in ottobre circa 10 soci si sono recati alla “Festa della battitura dei Tecci” di Murialdo dove c’è stata occasione di testimoniare da vicino l’antica tradizione della raccolta delle castagne con l’accurata spiegazione anche dei vari passaggi di filiera dalla raccolta alla vendita del prodotto finito.
Sempre ad ottobre sono ripartite le attività del centro giovani Strike Up di Ceresole d’Alba per gruppo medie e superiori. che è stato assicurato dall’Amministrazione comunale sino al 2022.
A dicembre Luca Sibona, per conto del comune di Ceresole d’Alba ha scritto un progetto da presentare al bando di prevenzione giovanile promosso dalla Regione Piemonte. La sua approvazione ci permette tuttora, seppur negli ultimi mesi per via telematica, attività di prevenzione alle dipendenze e di promozione di stili di vita sani nei confronti della fascia di età compresa tra i 15 e i 29 anni. Il progetto si chiama Good Vibration e prevede una serie di incontri di formazione e sensibilizzazione con i ragazzi di Ceresole e quelli della comunità per minori di Murazzano (CN) in cui la socia Daniela Boglione lavora. Durante questi incontri ragazzi ed educatori si sono confrontati su temi quali “stili di vita sani”, “media”, “usi e abusi di sostanze” e “ludopatia”, il tutto coadiuvato dalla presenza di alcuni esperti. Tale progetto è tutt’ora in corso attraverso l’utilizzo di una piattaforma di video conferenze e si concluderà presumibilmente a luglio 2020.

Il presente….
In gennaio ha avuto luogo la gita sociale alla scoperta di crotin e croton a Monteu Roero a cui hanno partecipato 30 tra soci e simpatizzanti. In tale occasione c’è stata anche la possibilità di consumare un pasto tradizionale monteacutese in una trattoria locale.
A partire dal mese si settembre 2019 e sino al febbraio 2020 sono ripartite le escursioni nel finalese, purtroppo interrotte a causa dell’emergenza sanitaria. Queste riprenderanno dal 14 giugno.
La pandemia ha cancellato le 12 gite scolastiche programmate a Finale Ligure nei mesi di aprile e maggio, accuratamente predisposte nei nell’inverno precedente, così come la gita sociale di giugno a Santo Stefano Roero, in occasione della rassegna di musica popolare denominata “Reìs”, annullata per ovvi motivi.
Nelle prossime settimane ci si augura di avviare alcune attività estive previste da tempo:
- n°3 soggiorni residenziali per minori di diverse fasce d’età in Liguria;
- attività laboratoriali per bambini della scuola primaria “Favole in grotta”, “Opere relitte”, “Opere d’argilla”;
- l’esperienza completamente outdoor denominata “Settimane verdi itineranti”, rivolta a bimbi con età compresa tra i 3 e 6 anni, sempre nel Finalese, gestita in collaborazione con l’Associazione Libelle APS di Pietra Ligure;
- il Trek Langhemare 2020, da San Benedetto Belbo a Finale Ligure, previsto dal 9 al 13 settembre prossimi.
Sin dalla sua costituzione la nostra associazione collabora con l’Associazione “Strada 661” di Sale San Giovanni (CN), in particolare all’interno del progetto “Cine per la terra”, iniziativa concorso per la realizzazione di opere cinematografiche sull’Alta Langa, rassegne di film con abbinate passeggiate da un paese all’altro di questo territorio.
Roero Langhemare fa parte del Centro di Educazione Ambientale (CEA) del Ponente ligure.

UNI.VO.C.A - Realizzato da Mediares S.c. - www.mediares.to.it